IL COLLOQUIO DI SELEZIONE

Ti sei candidato per un’offerta di lavoro? Sei stato contattato per sostenere il primo colloquio conoscitivo? Niente paura! Segui i nostri consigli e vedrai che sarà facile come bere un bicchier d’acqua!

SII PUNTUALE

Essere in ritardo non è indice di affidabilità. Arrivare decisamente in anticipo potrebbe essere percepito come segno di ansia. Cerca di arrivare sempre 5 minuti prima e se dovessi avere un imprevisto avvisa l’intervistatore e scusati per il piccolo disagio.

Nel caso in cui il colloquio fosse telefonico o via Skype, assicurati che non ci siano interferenze di alcun tipo e che la comunicazione possa essere chiara. Se si tratta di una videochiamata è comunque necessario curare il proprio aspetto e l’ambiente circostante.

VALORIZZATI

Sottolinea quello che hai studiato e ciò che hai imparato nelle esperienze lavorative precedenti, in particolare quelle in linea con il profilo ricercato. Evidenzia le tue capacità, contestualizzandole e senza esagerare.

INFORMATI

Nel primo colloquio conoscitivo, pur non conoscendo il nome dell’azienda, è bene che tu sia informato rispetto alla posizione da ricoprire. Rileggere e approfondire il profilo ricercato, oltre a dimostrare interesse, ti permetterà di chiarire possibili dubbi rispetto al ruolo. Colpire positivamente il selezionatore significa procedere nell’iter di selezione. É una fase importante che può facilitare o precluderti la possibilità di essere considerato positivamente dall’azienda. Se e quando verrai a conoscenza del nome ai fini di un secondo colloquio, sarà importante conoscere la realtà aziendale, il settore, il ruolo da ricoprire, ma soprattutto se stessi ed il proprio valore. Visitare la loro pagina web ti permetterà di conoscere il loro core business, la sua organizzazione, i valori aziendali e aiutarti al colloquio a fare una buona impressione.

PREPARATI

Le società di selezione si basano sul colloquio per comprendere le tue esperienze e conoscenze e per soddisfare le esigenze dell’azienda cliente, attraverso una serie di domande chiave progettate per comprendere il motivo per cui si desidera che il lavoro, quali sono i tuoi punti di forza, perché dovresti essere tu la risorsa che stanno cercando. Adottare un atteggiamento positivo è probabilmente il fattore più importante in un colloquio. Non considerarlo solo come un’opportunità per dimostrare le tue capacità tecniche, ma uno spazio che ti consente di mostrare la personalità e motivazione che serve per questo lavoro.

DIMOSTRATI INTERESSATO

Considera il colloquio come un’occasione per conoscere e farti conoscere, uno spazio dover potersi confrontare e chiarire eventuali dubbi. Le domande sono spesso considerate un segno positivo di interesse e curiosità.

KEEP ON CALM!

L’emozione può giocare brutti scherzi quindi rilassati e respira. L’obbiettivo dell’intervistatore non è quello di farti cadere nelle sue trappole, ed è il primo a cui preme creare una situazione in cui tu possa sentirti a tuo agio. Non rispondere frettolosamente, rifletti su le informazioni che vuoi dare, concentrandoti sui buoni esempi di STAR (Situation, Task, Azione, Risultato) per mostrare come conoscenze e competenze acquisite possano contribuire al successo nella nuova realtà aziendale.